Area Riservata

Area riservata al personale tecnico amministrativo e docente



 

Obiettivi formativi

L’articolazione del Corso di studio si propone in particolare di:

• assicurare la conoscenza approfondita dei settori fondamentali dell’ordinamento nelle sue principali articolazioni e interrelazioni, anche con tecniche e metodologie casistiche;

• fornire elementi utili all’approfondimento di conoscenze storiche e comparatistiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell’evoluzione degli stessi;

• affinare le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto, con particolare riferimento ai profili filosofici e sociologici dell’esperienza giuridica, alla logica giuridica e alla teoria dell’interpretazione e dell’argomentazione;

• accertare il conseguimento delle abilità e competenze necessarie per l’utilizzazione delle tecnologie informatiche e telematiche, nonché favorire l’acquisizione della consapevolezza in ordine alle implicazioni insite nel loro impiego;

• favorire l’acquisizione della capacità di produrre, in modo consapevole ed argomentato, testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, nonché la conoscenza approfondita di almeno una lingua dell'Unione europea, oltre l’italiano, che consenta al laureato di utilizzarla fluentemente, in forma scritta e orale, con riferimento anche al lessico giuridico;

• in relazione a obiettivi specifici di formazione, promuovere lo svolgimento di eventuali attività esterne, come tirocini formativi presso la Pubblica amministrazione, presso aziende e strutture pubbliche e private, presso Uffici giudiziari, studi legali in Italia e all'estero;

• porre le basi per un proficuo ed efficace inserimento professionale, introducendo alla conoscenza dei profili etici e deontologici propri delle professioni legali e favorendo l’acquisizione degli strumenti per garantire in modo continuativo l’aggiornamento delle proprie conoscenze.



Piano degli studi

Il Corso di laurea è articolato in cinque anni.

Gli insegnamenti spaziano nelle aree formative di base (discipline privatistico; storico-giuridico; costituzionalistico; filosofico), caratterizzanti (discipline amministrativistico; commercialistico; comparatistico; comunitaristico; economico e pubblicistico; internazionalistico; laburistico; penalistico; processualcivilistico; processualpenalistico). Sono previste, altresì, attività formative per l’acquisizione della conoscenza della lingua e attività formative volte ad acquisire ulteriori conoscenze linguistiche, nonché abilità informatiche e telematiche, relazionali, o comunque utili per l’inserimento nel mondo delle professioni legali.

La frequenza è fortemente raccomandata per tutte le attività formative.



Prospettive di studio e di lavoro

La laurea Magistrale in Giurisprudenza consente di accedere alla carriera dirigenziale presso amministrazioni pubbliche ed imprese o enti privati, nonché – previo superamento dei relativi esami – alle carriere di magistrato, avvocato e notaio. Consente inoltre l’accesso alla Scuola di specializzazione per le professioni legali, ai masters di secondo livello, ai Corsi di perfezionamento e di dottorato di ricerca, nel rispetto dei relativi ordinamenti. 

Ordinamento didattico

Regolamenti didattici:
Anno Accademico 2008/2009
Avviso per gli studenti iscritti negli anni accademici precedenti

Anno accademico 2007/2008

Anno accademico 2006/2007

 

Visitatori...

 59 visitatori online